Le vigne sono situate nella zona sud-est del comune di Montalcino, in località Poggio San Polo.

Il clima

Le vigne sono situate nella zona sud-est del comune di Montalcino, in località Poggio San Polo, lungo il versante collinare che dalla zona del Greppo discende verso Castelnuovo dell'Abate, passando per i Podernuovi, ad una altitudine media collocata tra 420-450 metri s.l.m.

Gli elementi che caratterizzano fortemente questo territorio sono, prima di tutto il bosco che circonda i vigneti e il Monte Amiata che alle spalle fa da volano termico ed è la barriera protettiva contro le intemperanze del clima.

Nella zona, la circolazione dei venti marini provenienti da sud-ovest che incontrano le correnti fresche da nord e nord-est, e la luce cangiante che rende il luogo caldo ed estremamente luminoso sono le caratteristiche climatiche fondamentali.

La terra

La terra su cui crescono le nostre vigne è costituita da diversi suoli - argille, argillo-scisti come galestro e galestrino, arenaria sommitale, blocchi di quarzite e limo - e non consente di operare una semplificazione geologica, però arricchisce la complessità del vino.

Le caratteristiche dei suoli, il microclima, e le nostre scelte agronomiche permettono il mantenimento di un buon equilibrio idrico anche in annate molto siccitose.

La parte dedicata al vigneto è di 4,2 ettari suddivisa in due macro-parcelle, quella del “Bosco” e quella lungo la “Strada”; quest'ultima a sua volta suddivisa in 4 parcelle più piccole: Vigna della Strada, Vigna del Lupo, Vigna dell'Alberello e Vigna della Quercia: tutte coltivate a Sangiovese.


Il nostro lavoro

La gestione del vigneto segue i principi della viticoltura naturale. 

I gesti agricoli - potatura, lavorazioni e trattamenti - vengono eseguiti seguendo le fasi lunari e planetarie.

Lavoriamo tutti i nostri vigneti interamente a mano e affrontiamo le malattie della vite con l’utilizzo di solo zolfo e rame in dosaggi bassi, alternati da anti-oidici e antiperonosporici naturali - coadiuvati da propoli, infusi, macerati e tisane di diverse essenze.

Vigna del bosco

Brunello di Montalcino d.o.c.g. e Rosso di Montalcino d.o.c.

La vigna del Bosco ha una superficie di 1,6 ettari, su giacitura argillo-scistica, con densità di 4.000 ceppi per ettaro allevati a guyot bilaterale e mille metri quadri a alberello libero. 

È stata la prima parcella che abbiamo piantato nel 1999. È interamente circondata dal tipico bosco ceduo che dà origine a un peculiare microclima. Da un ettaro di questa parcella otteniamo il nostro Brunello e il resto della superficie è dedicato al Rosso di Montalcino.

Vigna della strada

Rosso di Montalcino d.o.c.

La vigna della Strada ha una superficie di 5000 mq su giacitura franco-argillosa, con densità di 4.000 ceppi per ettaro e una forma di allevamento a guyot bilaterale. Impianto del 1999. 

È destinata alla produzione del Rosso di Montalcino; è una parcella tendenzialmente vigorosa con esposizione a nord e anche nelle annate calde, dona eleganza e freschezza al vino. 

Vigna del lupo

Rosso di Montalcino d.o.c.

La vigna del Lupo ha una superficie di mezzo ettaro su galestrino e argilla, con densità di 5.600 ceppi per ettaro e forma di allevamento a guyot bilaterale, alberello e candelabro. Era stata impiantata nel 2002 a Cabernet Sauvignon, poi sovrainnestata nel 2012 a Sangiovese con le marze selezionate nei nostri vigneti. È esposta a nord-ovest. Fino all'annata 2011 ha prodotto le uve per il Lupo di Fonterenza; dal 2013 le uve di questa parcella sono destinate al nostro Rosso di Montalcino.

Vigna Alberello (Anfiteatro)

Alberello

Ha una superficie di mezzo ettaro ed è esposta a est/nord-est, su galestro con presenza di quarzo. La densità è di 4.900 ceppi per ettaro, e la forma di allevamento ad alberello libero. È stata impiantata nel 2005 con una selezione di tre cloni di sangiovese. Vinificata in purezza, è una vigna che dall'annata 2015 ha prodotto un Sangiovese di straordinaria personalità.

Per questo, dopo anni di sorprendenti risultati abbiamo deciso di farne una bottiglia a sé stante: (L’Alberello: nato come Rosso di Montalcino con un carattere da Brunello ha scelto la libertà!)

Questa scelta è nata dalla nostra volontà  di dare spazio all’espressione di questo piccolo vigneto e sottolinearla anche nel contesto di tutte le denominazioni presenti nel territorio.

Vigna della Quercia

Rosso di Montalcino d.o.c.

Ha una superficie di 1,1 ettari, con suolo ed esposizione complessi: arenaria, galestro, tufo - ricchi di scheletro e calcare, esposti a nord-ovest, nord, nord-est. La densità di impianto è di 4.900 ceppi per ettaro e la forma di allevamento ad alberello libero e a candelabro. È stata impiantata nel 2005 con tre cloni di Sangiovese ed è destinata alla produzione di Rosso di Montalcino.

Background Image